LEGGI GLI ULTIMI ARTICOLI DEL NOSTRO BLOG

punti cardine

Pubblicato il 13/11/2019

Ed ora ai princìpi, quei princìpi sui quali non si può e non si deve deflettere mai. Noi siamo (come qualcuno ama definirci) dei "nostalgici di un certo passato"; le nostre carte di identità smentiscono gli idioti privi di migliori argomentazioni. I nostri princìpi sono pezzi di legno avvizziti che non avranno più la linfa del tempo che fu... è vero l'esatto contrario! I nostri princìpi sono di una modernità assoluta e disarmante, oggi più che mai, in un mondo percorso da fremiti e da pulsioni, che sono i segnali di una ostilità radicale nei confronti di quelli che da sempre (noi sì ma gli altri no) additiamo come nemici dei popoli e delle loro dignità. Oggi come ieri li combatteremo con il sacrificio della migliore gioventù che l'Italia, l'Europa ed il mondo ebbero; oggi siamo qui a riportare un patto d'onore e di civiltà perché loro (i "senza volto"), che pensano di gestire le nostre vite, comincino a sentirsi il fiato ed il ringhio dei lupi sul collo.

Eccoli allora i principi dai quali mai si potrà deflettere:

1) ostilità nei confronti di ogni massoneria, tanto quella tradizionale tanto quella papalina, che da sempre pensano che le cose pubbliche si possano gestire attraverso comitati ristretti di illuminati o padri caritatevoli.

2) ostilità verso un modo di intendere la politica come se debba essere uno scontro tra destra e sinistra o tra democratici e moderati: la logica di tali schieramenti non può essere la nostra logica, tanto più che ormai sono oggi praticamente interscambiabili al soldo dei veri poteri che contano.

3) guerra senza quartiere a quel mondo dell'alta finanza apolide ed usuraia che, con indecenti alchimie, mette sul lastrico intere nazioni e permette guadagni scandalosi a pochi eletti.

4) ostilità e lotta a tutte le organizzazioni mondialiste che sono il braccio esecutivo delle centrali di potere capeggiate dai "senza volto": Onu, Ocse, Wto, Nato, Bce, Fondo Monetario Internazionale, Bce, Banca Mondiale e qualsiasi altra congrega dove tecnocratici e burocrati,che nessuno ha mai eletto (alla faccia della loro democrazia), decidono per conto terzi le sorti di milioni di persone.

5) ostilità totale nei confronti dell'impunità goduta dall'entità sionista nel mettere in atto i suoi disegni discriminatori ed i suoi propositi a danno dei popoli confinanti, con il rischio ammorbante di catastrofi di immani proporzioni nel caso di escalation su scala mondiale.

6) ostilità verso i ludi cartacei denominati elezioni democratiche, nella misura in cui essi dovessero diventare un fine e non un mezzo per il raggiungimento dei nostri obiettivi di uomini liberi, sociali e nazionali.

Questi sono per noi punti cardine a cui non vogliamo rinunciare.

ELEZIONI POLITICHE SPAGNA: VOLA LA DESTRA NAZIONALISTA DI "VOX"

Pubblicato il 12/11/2019

Dopo la Grecia, anche il popolo spagnolo ha manifestato, a chiare lettere, la propria voglia di rivalsa nazionalista, soprattutto a causa della disoccupazione incalzante e dell'immigrazione clandestina in crescita che, al pari dell'Italia, costituiscono i problemi più gravosi di questi ultimi anni.

Così, la desta nazionalista del partito "VOX" diventa la terza forza politica del Paese, arrivando a raddoppiare i consensi rispetto alle elezioni precedenti e prospettando la conquista di 52 seggi in Parlamento.

ELLINIKI LYSI: I NAZIONALISTI GRECI CONQUISTANO PER LA PRIMA VOLTA IL PARLAMENTO

Pubblicato il 09/07/2019

Le elezioni politiche in Grecia, svoltesi due giorni fa, oltre ad aver convalidato quanto era già nell'aria, ovvero il cambio alla guida del governo con il centrodestra di Nea Dimokratia che ha avuto la meglio sul centrosinistra di Tsipras, ha registrato importanti novità sul fronte della destra.

Infatti, il primo dato significativo è la debacle (in parte annunciata) di Alba Dorata che, per la prima volta, rimane fuori dai giochi, non riuscendo a superare la soglia di sbarramento del 3%, dopo essere stata sempre intorno al 10%.

L'altra notizia rilevante è l'esordio in parlamento del nuovo partito nazionalista greco, Elliniki Lysi (tradotto, Soluzione Greca), che in forza del 3,8% dei consensi ottenuti, conquista 10 seggi in parlamento. La sua politica nazionalista, prendendo le distanze dall'estremismo filo-nazista di Alba Dorata, gli ha permesso di rosicchiare voti da quest'ultima, guadagnandosi un posto di rilievo tra i partiti di destra europei.


SEAWATCH: LA VOSTRA IPOCRISIA, LA NOSTRA FORZA

Pubblicato il 06/07/2019

Questo scatto rubato, che ha fatto il giro del web, avrà sicuramente strappato qualche commento ironico oppure reazioni furiose generalizzate, ma occorre soffermarsi sulla gravità di quanto avvenuto.

All'inopportunità per dei parlamentari e politici italiani di salire a bordo di una nave che, oltre ad aver infranto la legge, trafficava essere umani, si aggiunge l'ipocrisia di chi, in barba a chi in quel momento sicuramente non versava in condizioni ottimali, ha ben deciso di organizzare un pranzo di pesce (e che pranzo, a quanto pare!) sul gommone che, di lì a poco, li avrebbe portati sotto le luci della ribalta.

Noi non ci scandalizziamo più di questa ennesima mancanza di rispetto verso chi (straniero o italiano, in questo caso) si trova in difficoltà. Questi politicanti di serie D, tra l'altro facenti capo ad uno dei partiti principali fautori della rovina del nostro paese, dov'erano quando migliaia di italiani perdevano l'azienda o il lavoro? Dov'erano quando il ponte Morandi crollava? Dov'erano quando la criminalità ha fatto il bello e il cattivo tempo?

Ma sì, l'immigrato è al centro del dibattito ultimamente, aiutare gli italiani in difficoltà non fa notizia come lo è farsi un selfie con immigrati irregolari.

La vostra ipocrisia, il vostro anti-nazionalismo ci dà forza e coraggio per continuare la nostra battaglia per gli italiani e con gli italiani.